Public Speaking

Public Speaking

9

Il public speaking è una delle skill più richieste nel mercato del lavoro, in italiano potremmo tradurre questo termine come la capacità di porsi ed esporre in maniera efficace le proprie idee.

Quando parliamo IN pubblico portiamo l’attenzione su noi stessi, sugli strumenti che ci siamo preparati per esporre i concetti nel modo più chiaro possibile. 

Parlare AL pubblico significa focalizzarsi sul nostro utente, rendendolo protagonista del nostro discorso, empatizzando con lui, chiedendoci quali sono i suoi bisogni, quali sono i suoi problemi e rendere la comunicazione un mezzo per soddisfare tutte le sue esigenze. 

Vuoi sapere un segreto? E’ tutta una questione di esercizio.

 

I 4 ERRORI PIÙ COMUNI NEL PUBLIC SPEAKING E COME EVITARLI

LONG STORY SHORT

La capacità di centrare il punto e di riassumere il “succo” del discorso in una frase.

  • Esercizio: fai finta di spiegare l’oggetto della tua presentazione ad un bambino. Come fai? Che parole usi?
  • Esercizio: prova a riassumere in una o massimo due frasi il contenuto di un film e poi confronta le tue parole col trailer.

 

EMINEM STYLE

Il ritmo del discorso è importante.

Parlare troppo velocemente, senza pause, genera ansia nell’ascoltatore e perderà poco dopo l’attenzione a ciò che stai dicendo. Un ritmo troppo lento invece potrebbe generare noia. 

L’agitazione ci porta a voler “strappare il cerotto” sperando che questo momento finisca al più presto oppure pensiamo che sia meglio aggiungere dettagli per far passare meglio il messaggio.

L’unico modo per trovare la propria dimensione è provare. Vedrai che a poco a poco, troverai il tuo modo di comunicare e ti sentirai a tuo agio nel farlo. 

Esercizio: prova a registrare la tua voce mentre esponi l’argomento e ascoltati. Ascoltati a velocità 0.5x e vedi quale versione suona meglio. Prova finché non ti senti soddisfatto di cosa stai ascoltando.

Esercizio: impara a scandire bene le parole. Il trucchetto della matita tra i denti ti aiuterà a perdere il ritmo di Eminem e a porre l’attenzione su ogni parola (provare per credere!).

 

KEEP IT SIMPLE

Il tuo obiettivo è essere ricordato da chi ti ascolta, non illustrare un paper scientifico. Poche, chiare informazioni.

Ti ricordi quando a scuola facevi le presentazioni e avevi un limite massimo di tempo? Ecco. 

  • Esercizio: datti un limite massimo di slide (massimo 10) ed un limite di tempo. Esercitati a far coesistere queste due dimensioni.
  • Esercizio: crea una mappa mentale con le parole chiave del tuo discorso, e tienila vicino a te durante il discorso. Se dimentichi qualcosa, puoi sempre rimediare. 

 

SO WHAT?

Qual è l’obiettivo di chi ti sta ascoltando? Ricordati che ognuno di noi, per prestare attenzione a qualcosa, deve sentirsi tirato in causa oppure sentire che tu potresti essergli utile per raggiungere i suoi obiettivi.

Chiediti sempre perché il tuo ascoltatore è lì. 

  • Esercizio: Allenati a mettere l’utente al centro del tuo parlare e della tua presentazione e a specificare chiaramente quale vantaggio l’utente e i tuoi interlocutori possono trarre dall’averti ascoltato. 

 

Beh, a questo punto direi che sei pronto allo step successivo: mettere in pratica tutte queste tips nel vivaio!

Per questo e altri articoli sul mondo del lavoro, continua a seguire il blog di Steps!

community

Incontra persone con i tuoi interessi, entra nella Community