Chi è il Social Media Manager

Le nuove professioni dell’era digitale

“Voi Generazione Z siete nati con un cellulare in mano” 

Quante volte sentiamo questa frase, condita con grandi aspettative verso la nostra capacità di sapere sempre e comunque come muoverci nel mondo digitale? 

Il percepito è che lavorare coi social non sia una vera e propria professione, quanto un bel passatempo. 

Il social media manager è una figura sempre più richiesta nel mondo del lavoro; con la rivoluzione digitale, senza una forte presenza sui social le aziende non hanno speranza di competere sul mercato. 

Dietro al job title Social Media Manager si nascondono tante altre figure: il Social Media Strategist, il Content Manager, il Community Manager, il Social Media Campaign Manager. 

Cosa fa un social media manager? 

Il social media manager è la figura responsabile del monitoraggio, dell’esecuzione, del filtraggio e della misurazione della presenza online di un’organizzazione, di un personaggio pubblico. 

È responsabile dei vari account Facebook, Instagram, Twitter, Pinterest dell’azienda; gestisce le partnership con altri brand; crea contenuti grafici e visivi per il brand. 

Ha il compito di trasformare gli utenti in fan, i fan in clienti ed i clienti in brand ambassador. In tutta questa complessa catena del valore, il social media manager gioca il ruolo di stratega

La sua funzione è di far crescere la presenza online del brand, per migliorare la brand awareness, fidelizzando il pubblico

Pianifica e dà vita a campagne di comunicazione per trasmettere valori e la mission del brand.

Analizza ed interpreta i dati ottenuti dai social media, utilizzando strumenti di analisi per individuare trend e pattern di interesse. 

Il social media manager potrebbe trovarsi a lavorare a stretto contatto col Social Media Director oppure col Head of Content, se ci stiamo riferendo ad aziende di medie o grandi dimensioni, oppure direttamente coi founder

Principali mansioni  

 

  • Definire gli obiettivi coerenti con la value proposition
  • Scegliere i social media migliori per impostare la comunicazione aziendale
  • Identificare i clienti target
  • Creare contenuti sponsorizzati e le ads 
  • Gestire i profili social del brand, interagendo col pubblico e rispondendo ai commenti. 
  • Definire la digital strategy migliore da adottare, in relazione al target ed al pubblico scelto. 
  • Pianificare, creare, pubblicare i contenuti sui canali social prescelti. 
  • Generare traffico in entrata sui canali scelti
  • Supporto alle vendite
  • Monitoraggio delle performances attraverso analisi e report periodici 
  • Aggiornamento costante sui nuovi trend

 

Le hard skills

A differenza del nostro immaginario comune, è richiesta la laurea in Marketing e Comunicazione; il social media manager è molto di più che postare frasi o meme accattivanti sui social. 

Esistono fonti affidabili come il Digital Marketing Institute o le certificazione quelle di Google o Linkedin Learning dove apprendere le competenze necessarie a creare una social media strategy

Oltre alla conoscenza del marketing sono richieste competenze di scrittura creativa e copywriting e di grafica per strutturare i post ed i vari reel. 

 

Le soft skills 

Il candidato ideale dovrebbe essere un appassionato del mondo social, essere un creativo a cui piace comunicare, destreggiarsi abilmente nel multitasking, non dovrebbe farsi spaventare dalla complessità ed avere una spiccata propensione al problem solving.

SHARE

Pronto per trovare lavoro?

Trova il lavoro giusto per te